Mercoledì, Dicembre 12, 2018

Le Salse hanno origine da depositi di idrocarburi principalmente gassosi (bolle di metano) e in piccola parte liquidi (petrolio), che, venendo in superficie, stemperano le argille e danno luogo alle tipiche formazioni a cono. All'interno dei coni le emissioni di fango miste ad idrocarburi paiono ribollire, in realtà fuoriescono a temperatura ambiente, inoltre sono salate e da qui il nome "Salse". Si trovano in località "La Canalina" vicino a Gombola.

La pirite è un minerale molto comune composto da disolfuro di ferro, che prende il nome dal termine pyros (fuoco) poiché produce scintille se percosso con un pezzo di metallo. Per via del color oro era noto in passato come l'oro degli stolti, se riscaldato alla fiamma emette una miscela di solfuri dal classico odore di uova marce. Se ne trovano piccoli cristalli incastonati nel terreno argilloso dei calanchi. 

Il Ponte del Diavolo è un monolite che congiunge i lati di un avvallamento, alto 3 metri e lungo 33. Si tratta diun'unica roccia arenaria immersa in una fitta boscaglia e modellata a forma di arco dall'erosione e dagli agenti atmosferici. Può essere comodamente raggiunto in automobile in venticinque minuti o, a piedi, in una giornata di cammino completamente in mezzo ai boschi.

Sulla sponda sinistra del torrente Rossena, in corrispondenza dell'abitato di Gombola, sorge un mulino ad acqua tutt'ora perfettamente funzionante. Si può visitare ed acquistare farina di grano, di castagne e di mais.

 

I calanchi sono un fenomeno geomorfologia che si produce per l'azione delle acque dilavanti su rocce argillose degradate, con scarsa copertura vegetale. Sono ben visibili proprio sulle colline di fronte all'asineria di Gombola.

Luoghi della devozione popolare, a Gombola e nei suoi dintorni sono sorti nel corso del tempo numerosi oratori. Costruiti con la caratteristica pietra grigia reperita in cave locali, hanno un loro indiscusso valore architettonico oltre a quello di luogo di preghiera comune. Nei pressi dell'asineria si trovano l'oratorio della Santa Croce, della Madonna del Carmine e di Casa Ghiddo.

La Pietra di Bismantova è una montagna dell'Appennino reggiano alta 1041 metri. È situata nel comune di Castelnuovo ne' Monti, paese che sorge alle sue falde, in provincia di Reggio Emilia. Si presenta come uno stretto altopiano dalle pareti scoscese, che si staglia isolato tra le montagne appenniniche. Da Gombola è raggiungibile in automobile in circa quarantacinque minuti.

I nostri video

Le nostre foto

Festeggia con noi il tuo compleanno!!!

Facebook fans

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre informato via e-mail sulle attività e le novità dell'asineria!!

Link utili